Come scegliere


Quella che segue vuole essere una breve guida con le indicazioni essenziali per scegliere il proprio supporto per portare.

 

Abbiamo visto insieme che esistono diversi supporti portabebé, più o meno strutturati.

 

 

Sostegno del bebé nelle posizioni fisiologiche a seconda dell'età:

Un portabebé deve supportare il bambino nelle posizioni fisiologiche caratteristiche rispetto all'età, sostenendo almeno parzialmente il collo se ancora il piccolo non mantiene la testa dritta, avvolgendo la schiena e permettendogli di mantenere sempre la posizione a M, con le gambine a 90° e le ginocchia un po' sopra al livello delle anche. Per questo motivo, è buona norma scegliere un supporto che si adatti alla crescita del piccolo, in età e in peso, permettendo anche l'utilizzo in diverse posizioni. Questo è ancora più valido se si decide di iniziare a portare subito dopo la nascita dei propri piccoli, momento in cui vi è un maggiore bisogno di contatto: allora scegliere un supporto che sia regolabile in lunghezza e larghezza (per tenere il bambino a una giusta altezza e a stretto contatto col corpo di chi lo porta) diventa ancora più importante.

 

 

Uso del portabebé nello spazio e nel tempo:

Chiedetevi sempre: a cosa mi serve questo portabebé? Cosa vorrei farci?
Per esempio, se state cercando un supporto per brevi spostamenti fuori dall'auto o per rapidi saliscendi perché il vostro bimbo cammina, la fascia ad anelli potrebbe aiutarvi. Se invece cercate un supporto per lunghi tratti, per camminate o per portare molte ore al giorno, molto meglio una fascia o un bei dai. Se soffrite molto di mal di schiena, il supporto migliore è la fascia, perché vi sostiene mentre sostiene il bambino e scarica il peso su tutta la fibra, ancora meglio del bei dai. Se però vi impaurisce legare molta stoffa, potete stare su una taglia più corta, oppure sul bei dai che pare, a volte, una soluzione più pratica e veloce. Pensate anche a quanto ha il vostro bimbo, ricordatevi per esempio che i bei dai andrebbero usati dai tre mesi e i marsupi dai sei mesi circa, anche se ogni bambino raggiunge differenti livelli di sviluppo fisico con una certa variavbilità rispetto alle indicazioni medie. Cercate una seconda fascia "da borsetta"? Oppure una "da combattimento"?
Ogni supporto è pensato per consentire a chi porta di avere le mani libere e possibilità di muoversi agevolmente. Eppure le fasce si possono utilizzare per differenti motivi. Vediamo i più ricorrenti:
-per effettuare la marsupioterapia, per bimbi nati prematuri o con difficoltà ad attaccarsi al seno;
-per portare in casa, per alleviare la fatica del tenere sempre in braccio i propri piccoli che piangono molto o dormono poco;
-per uscire di casa e fare passeggiate liberamente, senza carrozzina o passeggino, soprattutto quando piove o se ci si muove in città;
-per le vacanze o per lunghe gite
-per allattare discretamente in pubblico
....
-tutte le precedenti contemporaneamente

 

Riflettere un poco sul dove, il come, il quando e il perché avete intenzione di portare, vi aiuterà sicuramente nell'orientare la scelta rispetto al tipo di supporto e permetterà a chi vi accompagna nella scelta di consigliarvi al meglio, anche in riferimento ai piccoli accorgimenti e ai trucchetti per essere più comodi e pratici.


Comodità di chi porta: 

 

Non dimentichiamo, come ultima cosa, anche se non meno importante, la comodità di chi porta: anch'essa va valutata in riferimento all'uso che si ha intenzione di fare, pensando se sia il caso o meno di scegliere un supporto monospalla o che distribuisca in maniera più equilibrata il peso (porto tutti i giorni, a lungo, poco tempo al giorno, saltuariamente...?) e che resista a una media o intensa usura. Si potrà, allora, valutare meglio il tessuto, la sua morbidezza e la resistenza, gli eventuali rinforzi.

 

Il supporto che andate a scegliere accompagnerà voi e i vostri piccoli nel percorso di crescita, nelle esperienze, nei viaggi che farete. Una buona informazione e l'attribuzione di un adeguato valore, in riferimento a tutte le cose sopra citate, sono i migliori presupposti per effettuare una scelta consapevole. Non mi resta che augurarvi di scoprire, con gioia e serenità, il contatto, il calore e il nutrimento affettivo che  l'esperienza che state per iniziare può regalarvi.

Tabella dei supporti condigliati per età

Indicazioni generali per le taglie

Esistono fasce portabebe  di varie lunghezze le quali si classificano, in taglie:
  taglia 2- 2,7m
  taglia 3- 3,2m
  taglia 4- 3,6m
  taglia 5- 4,2m

  taglia 6- 4,6m
  taglia 7- 5,2m
Non e  semplice stabilire quale lunghezza sia la migliore: dipende dalla propria taglia e dalle legature che si vorranno effettuare. In Italia,  la taglia più utilizzata è la 6, poiché  questa  consente  di portare i neonati con un triplo sostegno, cioè  con una legatura che offra tre strati di tessuto per contenere meglio il piccolo (due diagonali e uno orizzontale). Tradizionalmente (es. in Africa, in Indonesia, in Sud America), vengono utilizzate fasce molto corte per portare i piccoli, cioè  intorno ai 2 metri.
Qui seguito trovate una tabella che vi aiuterà a capire quel è la lunghezza giusta della fascia a seconda delle legature che vorrete ottenere: la tabella e  calibrata su una persona  di  corporatura  media.  Considerate  che  esiste  una  variazione  fra  la  media
femminile (altezza 1,62m, peso: 58kg) e maschile (1,75m ,70kg). Scegliendo la lunghezza della fascia occorrerà quindi sapere se la utilizzeranno sia la mamma che il papà  o solo uno dei due. Nella tabella, la taglia adeguata e  segnalata dal colore più scuro, mentre il colore chiaro indica che, a seconda della corporatura e della composizione della stoffa, a volte e  possibile effettuare la stessa legatura con una fascia un po’ più  lunga o un poco più  corta.
NB: Mediamente, per effettuare una legatura a triplo sostegno una persona alta 1,60m che pesa 50-55 kg usa una taglia 5, una alta 1,70m che pesa 65-70kg usa una 6, una persona alta 1,80m che pesa 80-85 kg usa una 7.

Informazioni e tabelle tratte da:    Leghiamoci: Come usare la fascia portabebé in ogni situazione